immagine: La caverna azzurra in Miyako

Il 11 marzo 2011. 14:46. Una grandezza 9.0 terremoto depenna la costa di Prefettura Miyagi, producendo un tsunami che colpisce la costa nordorientale del Giappone.

Quest'onda nera terribile colpisce le aree costiere di Iwate e il resto del Giappone nordorientale, inghiottendo città intere in un istante. In Iwate solo, 5,140 vite sono state perse, e 1,114 ancora restano da essere assente a partire da gennaio 2019.

Nessuno di questo sarebbe stato possibile se tutto il mondo non si era riunito per sostenere Iwate e il resto di Tohoku nel nostro tempo di necessità. Per questo, la ringraziamo. Ringraziamo tutta la gente intorno al mondo per il loro tempo e sforzo e donazioni. Quelli hanno tutti fatto una differenza delle vite dei sopravvissuti.

La strada verso ricostruzione è lunga e non sarà mai facile. Dobbiamo continuare di sostenere gli abitanti ancora in alloggio provvisorio e garantire che la gente dell'esecuzione di posizione di testa costiera, le vite felici - per garantire che c'è una "ricostruzione" delle vite di ogni sopravvissuto.

Messaggi dalla zona sinistrata

immagine: Scogli Kaminari-iwi e la Costa di Goishi

Recentemente, abbiamo invitato abitanti stranieri di Iwate ci dicono quello che la gente nei nostri paesi deve sapere sul disastro e la ricostruzione.

immagine: Anna

Anna Thomas
Oshu (originariamente da Oregon, gli Stati Uniti)
-Stato in Iwate durante 7 anni -

Anna:
"La costa diventa più vicina e più vicina alla sua gloria piena. Se ricorda 3.11 e vuole aiutare, la migliore cosa che può fare è venuta la visita. Questo va per Iwate, e questo va per altri posti colpiti da disastro come Kumamoto, la Hiroshima e Hokkaido. Ci ricordi. Venga la visita. E per favore impari di noi. Faccia una revisione del Suo itinerario d'evacuazione. Compri un equipaggiamento di emergenza per la Sua casa. Se qualcuno Le dice evacuare, partire. In questo modo, mi piacerebbe la gente venire qui per imparare più su come ridurre il loro rischio a disastro per dove vivono. Prenda le lezioni dalla costa qui e porti questo a casa e vedi quello che può fare, e quello che la Sua comunità può fare per prepararsi."

Segno:
"Abbiamo bisogno di entrambi insegnare il disastro e trasportare l'elasticità della gente che è passata attraverso esso e continui di passare attraverso esso. Non possiamo mai dire 'mai di nuovo,' come Lei possa per un monumento commemorativo di guerra. Le calamità naturali stanno per avvenire. Hanno pensato che il tsunami mai arriverebbe a un'altezza certa, e già l'ha sgomberato completamente - non possiamo accettare niente come vera più. Ancora fino a questo giorno, Ofunato e Rikuzentakata e perfino la Sumita ha la gente che ancora vive in case provvisorie sette anni su. Ma la gente qui è elastica, e si riprenderanno. A dispetto del disastro e la distruzione ha portato, ha anche ispirato un afflusso dei giovani all'area; prima come volontari, e poi gli altri sono rimasti per cominciare di nuovo nella regione. Questo è incoraggiante per il futuro."

immagine: Segno

Mark Mino-Thompson
Città di Sumita (originariamente dal Canada)
-Stato in Iwate durante 20 anni -

immagine: Emily

Emily Hallams
Kamaishi (originariamente dall'Australia)
-Stato in Iwate durante 2 anni -

Emily:
"Mi piacerebbero più persone capire la scala della ricostruzione che ha avuto luogo da 3.11, e come forte tutti qui hanno lavorato verso il ricupero. Le nuove strade maestre, le riparazioni ferroviarie e il sollevamento dei livelli del suolo sono simili le azioni eroiche enormi per conto proprio, e il fatto che è tutto& avvenuto così rapidamente è incredibile. Spero che sempre più persone vengano per visitare e dare all'area una probabilità di mostrare quello che hanno portato a termine. Non soltanto dall'elasticità della comunità, ma anche la buona volontà di trovare nuove idee e cogliere nuove occasioni da quello che è stato una tal esperienza orribile per molta gente. La gente qui prova a creare nuove cose, e questo è stato una cosa incredibile per la regione. Voglio che la gente veda che la buona volontà di fare qualcosa buono e passare quelle lezioni."

Renata:
"Andai a Kesennuma (come un volontario) in giugno 2011, solo tre mesi dopo il disastro, e fu terribile. Ma un anno più tardi, tutto fu fondamentalmente pulito e iniziavano a ricostruire. L'elasticità, la prevenzione di rischio e una risposta veloce ed efficiente a calamità naturali sono qualcosa che il Giappone sa molto bene. La Costa di sanriku può spargere la sua saggezza al globo. D'altra parte, penso che il processo di ricostruzione anche mostra che possiamo essere completamente ciechi agli insegnamenti di natura. Gli esseri umani vogliono andare contro natura, ma la natura sempre prova a rigenerarsi. Questo è qualcosa che dobbiamo insegnare alla vicina generazione. Impara di natura e prova ad avere un approccio diverso a civiltà umana. Vivendo con Natura, riguardo alle sue regole - è l'unico modo per esseri umani di sopravvivere di questa pianeta."

immagine: Emily

Renata Piazza
Tono (originariamente dall'Italia)
-Stato in Iwate durante 2 anni -

immagine: Emily

Youxi Zhou
Iwaizumi (originariamente da Cina)
-Stato in Iwate durante 1 anno -

Youxi:
"Il fine settimana scorso, assistei a un'esercitazione d'evacuazione di disastro considerata nella città, che non avevo mai fatto prima. È stato buono imparare del passato, ricordare quello che è avvenuto e adesso portare la coscienza. Spero che i visitatori della costa parlino con la gente da Sanriku. Le città diverse e i villaggi hanno le loro esperienze. Non soltanto del disastro, ma le loro esperienze da vivere in questo posto. Crescendo qui, hanno così tante storie sui cambiamenti in Sanriku. Tuttavia non notano quello che è così speciale su questo posto – facciamo. Quando la popolazione locale parla con estranei, possono riscoprire la bellezza di Sanriku. Allora veramente consiglio di ingaggiarmi con la popolazione locale. Le memorie ancora fanno male per loro, ma lavorano forte per ricostruire una casa piena di speranza e sorrisi."

Amanda:
"Hanno le visite didattiche ai luoghe del disastre in Taro in Miyako. Quando vado in questi giri, sempre ottengo la stessa donna che la mia guida. Dal modo in cui parla del disastro, può dire che è qualcosa che ancora prova, e è doloroso per lei. Ma vuole istruiscono la gente su non essere compiaciuto. Le lunghezze a cui la gente di Sanriku va – rivivranno il disastro nelle loro menti per istruire la gente. Mi piacerebbe fare più per aiutare quel messaggio ad arrivare a più persone. Il loro messaggio è che noi tutti abbiamo bisogno di esser preparati ai disastri che potevano avvenire nei nostri quartieri. Forse è tsunami o terremoti, o forse sono tornado e i fuochi greci. Con mutamento di clima ci saranno più eventi di tempo. È veramente importante essere conscio e preparato. Non può soltanto ascoltarli la conversazione e poi non fare qualcosa. Penso che è sorprendente quello che la gente di Sanriku fa per istruire la gente intorno al mondo."

immagine: Emily

Amanda Wayama
Morioka (originariamente dagli Stati Uniti)
-Stato in Iwate durante 10 anni -

Non vogliamo che il mondo dimentichi

Per la ricostruzione della Costa di sanriku, abbiamo imparato che importante i nostri rapporti sono – persona a persona e regione a regione. Proprio per questo c'è un'iniziativa che capita questo anno di festeggiare quei rapporti e comunicare quanto siamo venuti con il nostro ricupero, in speranze di costruire comunità che dureranno la prova di tempo.

Quell'iniziativa è il Progetto 2019 per la riduzione dei rischi da disastri naturali e la ricostruzione dell ' area di Sanriku.

Ci piacerebbero quante più persone possibile per visitare la Costa di sanriku, a non solo godono gli eventi grandi che avvengono nel 2019, ma anche vedere come ci siamo ripresi. Proprio per questo teniamo una rappresentazione spettacolare di due mesi d'eventi: un simposio di disastro, un concerto, fiere di cibo locali, e più. Speriamo che questo incoraggi la gente visitare la costa allora possono incontrare gli abitanti locali – e faccia nuove memorie in Sanriku.

C'è ancora così tanto lasciato fare. Ma la gente della Costa di sanriku continuerà a muoversi. E speriamo di presto mostrare al mondo Iwate elastico e Sanriku coast, mai più vibrante che prima.